La Borgogna raccontata dai partecipanti del Master

borgogna borgogna indietro

Quello dedicato alla Borgogna è un Master unico che svela i segreti di una delle zone di produzione vitivinicola più importanti al mondo. Lo ha ideato e condotto, nella sua prima edizione, Giunti Academy con il critico enologico Armando Castagno, uno dei più appassionati conoscitori del tema, che sta accompagnando i partecipanti in un affascinante viaggio lungo idealmente 220 chilometri e affrontato in appuntamenti serali non consecutivi scanditi dall’assaggio di vini rari e superbi, un centinaio di etichette della storica regione della Francia centro-orientale, tutte (e solo) grandi bottiglie, espressioni complesse, di carattere, vini capaci di imprimersi nella memoria.

Fra un assaggio e l’altro, un rosso e un bianco secco giocato sulla potenza, il percorso didattico offre la possibilità di approfondire la conoscenza di un territorio che di meraviglioso non ha solo i suoi prodotti di eccellenza, ma anche la cultura enoica della comunità che lo abita: una filosofia di lavoro e di rispetto del vino che nei secoli ha fornito risposte a questioni basilari che riguardano il savoir faire produttivo, il rapporto tra vino e ambiente, la salvaguardia del concetto di “terroir” e delle denominazioni di origine e il ruolo “cruciale” del vignaiolo, al centro della filiera ieri quanto oggi e domani.

Una storia, quella Borgognona, dalla profondità eccezionalmente rilevante per l’intero settore e che ha riscosso l’entusiasmo di chi al Master “La Borgogna” ha preso parte: sommelier, professionisti dell’enogastronomia, imprenditori e semplici appassionati, accomunati dall’interesse per questi mitici vini francesi. Ad alcuni di loro abbiamo chiesto di raccontarci come è stata questa esperienza, e anche, naturalmente, quale bottiglia di vino li ha colpiti di più.

Fabio Carrocci

Consulente e agente di vendita per la distribuzione di Vini Les Caves de Pyrene; socio dell’Enoteca Santo Bevitore di Cassino.

Fabio Carrocci

«Per me che sono un sommelier professionista, appassionato e innamorato del mondo del vino, approfondire la Borgogna era una necessità, oltre che un grande interesse personale. Armando Castagno ha confermato di essere fra i più grandi conoscitori e comunicatori del mondo del vino e in particolare della Borgogna. Ha una dialettica coinvolgente, e una straordinaria capacità di raccontare il territorio e i suoi produttori. Le lezioni sono strutturate in maniera impeccabile: prima la parte teorica e poi, a seguire, la degustazione dei vini sull’argomento trattato. Grazie al Master ho potuto approfondire i terroir e la cultura della Borgogna e ho acquisito competenze di alto profilo non solo su etichette e bottiglie, ma anche sull’approccio alla loro degustazione. Gli assaggi più sorprendenti sono stati due: il Clos Vougeot Grand Cru 2016 – Domaine de Montille e il Latricieres-Chambertin Gran Cru 2014 – Domaine Arnoux-Lachaux. Non posso che consigliare il Master a tutti i miei colleghi, agli esperti di sala e, più in generale, ai professionisti del settore».

Romina Salanitro

Sommelier presso l’attività di famiglia Sorelle Giordano di Roma.

Romina Salanitro

«Circa 10 anni fa mi sono avvicinata al mondo del vino, al punto da diventare sommelier. E così ho introdotto le competenze acquisite anche nel locale di famiglia, che accoglie i clienti durante tutte le ore della giornata, offrendo una gastronomia dolce e salata di nostra produzione. Nel mio approccio al vino mi sono confrontata spesso con i vini della Borgogna, e mi hanno conquistata. Ecco perché ho deciso di ampliare le mie conoscenze in materia partecipando al Master di Giunti Academy: un vero e proprio viaggio che raggiunge tutti i sensi, impreziosito da aneddoti e particolari che solo un profondo conoscitore, oltre che grande oratore, come Armando Castagno è in grado di raccontare. Ho seguito il Master a Roma: 14 incontri di due ore e mezza con tanti vini in assaggio. Ogni lezione è incentrata su un’appellazione di origine e su tutte le relative caratteristiche tecniche e territoriali. Un’impostazione che dà la possibilità di districarsi al meglio nel variegato mondo della Borgogna, incasellando ogni appellazione in una griglia fatta di sentori, profumi e persistenze tipici di quell’unica zona, di quel solo vigneto, di quel singolo Clos. Ho capito ancora di più quanto la Borgogna sia sinonimo di territorio e non di vitigno: un pilastro nella storia della Viticoltura che è possibile esplorare a 360° grazie a questo Master. Lo consiglio caldamente a chiunque voglia approfondire cultura e vini di questa splendida regione, così come consiglierò a tutti d’ora in avanti di provare un bicchiere di Mars attack – Domaine Yann Durieux: un vino incredibile quanto raro, prodotto in sole 800 bottiglie!».

***

Il prossimo autunno il Master executive “La Borgogna” raddoppia. Dopo il grande successo della prima edizione, il percorso condotto da Armando Castagno andrà in scena a Roma dal 16 novembre (14 lunedì non consecutivi, dalle 20 alle 22:30, con 98 vini in assaggio, presso l’Hotel Le Méridien Visconti, in via Federico Cesi 37) e a Firenze dal 9 novembre (10 lunedì non consecutivi, dalle 20 alle 22:30, con 70 vini in assaggio, presso il Four Seasons Hotel in Borgo Pinti, 99). Entrambe le edizioni sono rivolte a sommelier, professionisti del settore, imprenditori vitivinicoli e a tutti coloro che per passione e interesse intendono approfondire il tema della Borgogna.

Scopri di più sul nostro sito e scarica le brochure dei Master.

Giunti Academy
school of management
07006790484
Giunti Academy Logo
  1. Homepage
  2. News & Blog
  3. La Borgogna raccontata dai partecipanti del Master
tutte le news prev next
News & Blog
Questo sito utilizza i cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie.